Chi sono i “Lifetimers”?
Sono sostenitori che hanno deciso di aiutare il progetto UAM.TV con una contribuzione speciale!
Perché essere sostenitori di UAM.TV non significa solo poter fruire dei tanti contenuti che selezioniamo quotidianamente ma anche, e soprattutto, condivirere il  punto di vista “filosofico”, di sostegno ad un’idea, di un progetto di cambiamento, significa dichiarare apertamente:

“Io ci credo! Io voglio che questo mondo cambi!”.

Superior Supreme VIP Membership Top Notched

Patrizia Nicolini

“Ho deciso di sostenere Uam.Tv con Lifetime perché ritengo prezioso il vostro lavoro. Grazie a voi ho scoperto voci e testimonianze che mostrano che Un Altro Mondo non solo è possibile ma che già esiste. Fate bene al cuore”.

Superior Supreme VIP Membership Top Notched

Zali

“Grazie UAM TV! Ho creduto in questo progetto fin dall’inizio e vorrei che ancora potesse crescere continuando ad essere un riferimento per quel cambiamento che oggi più che mai ognuno di noi desidera”.

Mauro Russo

“Quando ho conosciuto Uam.tv è stato amore a prima vista. Una Tv che parli di benessere e soluzioni anziché di malessere e problemi. Sono consapevole dell’impegno e delle risorse necessarie per diffondere questo cambio di visione.
Sostenere questo progetto è una gioia; far sentire il mio sostegno e la mia presenza Lifetime è un onore.
In fondo farlo con un abbonamento annuale era troppo riduttivo. Svilente per un progetto di alto valore ritenerlo al pari di una utenza domestica.
Al contrario poter dire un giorno: io ci ho creduto in questo sogno sin dall’inizio, parte dal portare oggi il mio sostegno con orgoglio alla sua realizzazione.
La consapevolezza che “Nulla cambia nella nostra vita senza essere noi i primi a cambiare” passa anche da qui.
Sostenere un progetto per il piacere di farlo e il desiderio di un mondo migliore non ha prezzo. Non è una scelta economica né dettata dalla quantità di tempo disponibile da dedicare alla visione degli interessanti contenuti di quantità. È una scelta di far crescere una tv che parli non di tragedie ma di gioia, non di sventure ma felicità, non di sofferenze bensì di come star bene, per noi stessi, per i nostri figli, per le persone a noi care, per il nostro cuore, per la nostra anima.”